La fabbrica del gioiello.
     
  Via Pellizzari 29, Valenza (AL) - Telefono +39 0131.928330 Cell.: +39 333 9492192 (anche Viber e WhatsApp)   email: info@lafabbricadelgioiello.com   P. iva 01433210067

 

Iscriviti alla newsletter
Email
Riceverai in tempo
reale le nostre offerte, promozioni, curiosità e novità.


Il nostro punto vendita osserva i seguenti orari:

Dal lunedi al venerdi:
dalle 08:00 alle 18:00

Sabato:
dalle 09:00 alle 17:00



diamantino Home
diamantino Catalogo
      vendita gioielli

diamantino Catalogo Diamanti
      certificati

diamantino Diamanti certific.
      IGI GIA HRD

diamantino Rubini, Smeraldi
     e Zaffiri

diamantino Perle
diamantino Hai un'idea?
diamantino I nostri video
diamantino La nostra storia
diamantino Dicono di noi
diamantino Istruzioni
diamantino F.A.Q.
diamantino Link utili
diamantino Contatti
diamantino Gemmologia
diamantino Mappa del sito
diamantino Glossario

7.12.2009 - Concentriamoci sul Diamante


"Maximum in rebus humanis,non solum inter gemmas,pretium habet adamas." Naturalis Historia,C.Plinius Secundus(23-79 AD) In letteratura, il Diamante viene menzionato per la prima volta da un filosofo indiano vissuto nel 300A.C. circa.Questo scritto, però, venne scoperto solo nel 1905.Anche se non potremmo verosimilmente mai sapere quando fu ritrovato il primo Diamante, sappiamo invece, per certo, dove fu trovato: in India. Già a quei tempi i Diamanti trasparenti e ben formati possedevano un particolare valore e tutti gli esemplari particolarmente belli con forma ottaedrica perfetta appartenevano di diritto ai regnanti e ne era proibita l'esportazione.L'India rimasa praticamente l'unica fonte di Diamanti fino al 18° secolo. I Greci, che ne avevano intuito e scoperto l'eccezionale durezza lo chiamavano "Adamas",l'invincibile, da quella parola deriva Diamante. Nel 15°Secolo fu scoperto che la durezza del Diamante era un valore vettoriale e cioè dipendeva dalla direzione.In alcune direzioni cristallografiche il Diamante è meno duro che in altre.Questa scoperta aprì le porte a tutte le antiche e moderne lavorazioni del Diamante, dalla divisione del grezzo alla sfaccettatura. Per ultima cosa, oggi, parliamo dell'austriaco Friedrich Mohs (1773-1839).Egli sviluppò una scala di durezze per minerali composta di dieci livelli rappresentati da dieci minerali diversi, dal più morbido al più duro.Ogni minerale della posizione superiore scalfiva il precedente.Il Diamante occupava il 10° posto mentre il nono era rappresentato dal Corindone, nelle varietà Rubino e Zaffiro.Questa scala dette risultati sorprendenti in quanto era vero che il Corindone stava solo di un posto al di sotto del Diamante ma la durezza del Diamante è 140 volte quella del Corindone.Questo valore rappresenta la differenza tra il 9° e il 1° posto. Quello che avevano intuito i Greci era quindi una sorprendente verità fisica: il Diamante possiede una durezza eccezionale e,anche attualmente, è la sostanza naturale più dura conosciuta in Natura.

La Fabbrica del Gioiello ©2006-2015 - all rights reserved
poste Consigliato da Top Negozi analisigemme paypal paypal ilpiubasso